ALIMENTAZIONE

L’alimentazione corretta è sempre più un’esigenza, è chiaro ormai a tutti che mangiando in modo giusto si possono prevenire le malattie cardiocircolatorie, il diabete alimentare e quant’altro. È compito del nutrizionista stabilire il fabbisogno energetico di un individuo e, in base a tutta una serie di fattori, impostare un regime alimentare corretto, che tenga conto di eventuali patologie o disturbi (ipercolesterolemia, ipertrigliceridemia, diabete, disturbi digestivi, meteorismo e via dicendo) e della persona nella sua globalità. La dieta non è un’imposizione o peggio una punizione, ma tutta una serie di indicazioni su “cosa” e “come” mangiare, come abbinare gli alimenti, in modo da raggiungere il risultato che ci siamo prefisso, senza grossi sacrifici, perché questo è possibile.

Il nutrizionista deve fornire una vera e propria educazione alimentare. A volte bastano pochi consigli per riequilibrare una situazione alimentare problematica. Un consiglio che mi sento di dare è di affidarsi sempre ad uno specialista, quando si è decisi ad intraprendere una dieta e di evitare tutte quelle “miracolose” quanto “pericolose” diete che spuntano come funghi sulle varie riviste e che non hanno quasi mai fondamento scientifico. Bisogna diffidare delle promesse di dimagrimenti rapidi, perché bisogna dimagrire gradualmente, perdendo massa grassa e non massa magra, solo perdendo peso a poco a poco si possono lasciare alle spalle i chili di troppo e ritrovare uno stato di benessere.

Un alleato indispensabile nella lotta al sovrappeso è l’attività fisica, un po’ di sano movimento ci permette di raggiungere più rapidamente la meta.